Dalla dentizione decidua a quella permanente: lo sviluppo dei denti nei bambini.

Il passaggio dalla dentatura decidua a quella permanente è una fase del processo di crescita dei nostri piccoli pazienti, e rappresenta un importante traguardo del loro sviluppo. I denti del bambino giocano un ruolo fondamentale nella masticazione, nella fonetica e nella corretta formazione dei mascellari. Molti genitori si chiedono quali siano i tempi di dentizione dei bambini, in particolare quando si tratta della permuta soprattutto dei molari e dei premolari. In questo articolo, risponderemo alle domande più comuni sui tempi di eruzione dei denti permanenti.

A partire dai 6 anni circa la dentatura decidua (i cosiddetti denti da latte) inizia a lasciare il posto progressivamente alla dentatura permanente. Questo periodo è anche detto permuta e dal punto di vista cronologico si articola in due fasi: la prima va dai 6 agli 8 anni, la seconda dai 10 ai 12 anni. 

decidui denti

La prima fase della dentizione definitiva

I primi denti che spuntano nella bocca di un bambino sono di solito gli incisivi centrali inferiori, seguiti dagli incisivi centrali superiori. Successivamente, i denti laterali superiori e inferiori fanno la loro comparsa. Contemporaneamente fanno la loro comparsa  i primi molari che spuntano dietro i molaretti da latte.

A questo punto inizia un periodo di stasi in cui nella bocca sono presenti contemporaneamente denti decidui e permanenti e nessun altro dente da latte viene sostituito.

Come distinguere un dente da latte da uno permanente?

In questa fase di dentizione, detta anche mista, i denti da latte sono riconoscibili dal colore e  sono presenti solo nei settori medi, verso le guance, mentre nel settore frontale sia superiore che inferiore sono presenti i denti permanenti, più grandi e di un colore diverso rispetto a quelli da latte. 

La seconda fase di permuta dentale

Verso i 10 anni inizia la seconda fase di permuta in cui vengono sostituiti dai denti permanenti ben 12 denti decidui, 3 per ogni lato superiore e 3 per ogni lato inferiore. 

Al termine dei 12 anni è il turno dei secondi molari, anch’essi permanenti, che completano la dentatura posteriore del bambino proprio dietro ai primi molari, ma se vi state chiedendo quali denti spuntano prima, è importante ricordare che il momento in cui si perdono i primi denti da latte può variare leggermente da un bambino all’altro. Alcuni bambini possono sviluppare i denti leggermente in anticipo o in ritardo rispetto alla media ed è in relazione allo spuntare dei primi denti decidui intorno ai 6-8 mesi .

I premolari, noti anche come bicuspidi, sono i denti che spuntano al posto dei molaretti del bambino. Questa parte della dentatura permanente compare generalmente tra i 10 e i 11 anni di età. 

Parlando invece della dentizione dei canini, questi denti spuntano generalmente dopo i premolari. I canini superiori di solito erompono intorno all’età di 11-12 anni, mentre i canini inferiori possono emergere leggermente prima, intorno all’età di 9-10 anni. I canini sono i denti affilati che si trovano ai lati degli incisivi.

Quali sono i sintomi della dentizione decidua e permanente?

È normale che i bambini possano provare un certo disagio durante il processo di dentizione  sia nella fase decidua che in quella permanente. Alcuni sintomi comuni includono irritabilità, salivazione e gonfiore delle gengive. Durante la dentizione decidua è possibile alleviare il disagio del bambino offrendo oggetti mordaci sicuri da masticare o applicando delicatamente una piccola quantità di gel dentizione sulla gengiva. È importante consultare il pediatra o il dentista del tuo bambino per consigli specifici sulla gestione del dolore . A volte il bambino può avvertire dolore o nevralgie proprio per la formazione dei follicoli dei denti permanenti.

In conclusione, il processo di dentizione nei bambini segue una sequenza ordinata di eruzione dei denti. Tuttavia, è importante ricordare che ogni bambino è un individuo unico e potrebbe presentare lievi variazioni nella cronologia di eruzione dei denti. Mediamente non dovrebbe passare molto tempo tra la perdita del deciduo e la presenza in arcata del dente permanente: se ciò non dovesse avvenire, ma permane l’assenza del dente, è opportuno consultare il dentista.

Può anche accadere che vi sia l’assenza di alcuni denti permanenti e che i denti decidui rimangano in bocca oltre i termini prima indicati . In questi casi è utile fare una radiografia delle arcate dentarie, detta ortopantomografia, per valutare eventuali anomalie di questo tipo intorno ai 6-7 anni. 

Se hai preoccupazioni riguardo allo sviluppo della dentizione decidua e permanente del tuo bambino, non esitare a consultare il dentista pediatrico per una valutazione più approfondita.

Autore

Giulia Cavagna

Dott.ssa in odontoiatria e protesi dentaria

Altri articoli del blog

igiene dentale saronno

Richiedi un controllo gratuito